Vastgoedrecht - laon
Finalmente: l’avvocato ritorna a essere il primo giudice nella causa
11-03-2016
CCBE Innovation Award
15-09-2016
Toon alles

In fuga

Refugee appeal

La-On ha dato alla città di Gand un contributo economico per l’accoglienza dei rifugiati. Spesso non si comprende a fondo le difficoltà che un rifugiato ha dovuto sostenere. Non solo ha dovuto lasciare tutto, ma dopo aver intrapreso un viaggio pericoloso ed essere arrivato sano e salvo, ora deve cominciare a costruirsi una vita da capo. La storia di Mujtaba Haidari dimostra che se c’è volontà, c’è sempre una strada, per quanto lunga possa essere.

Mujtaba Haidari ha solo 19 anni e ha già visto troppo della vita. A 14 anni è fuggito dall’Afghanistan ed è giunto da solo fino in Belgio. Dallo scorso agosto il Centro di assistenza sociale belga lo aiuta nella ricerca di un lavoro. “Sto studiando per diventare installatore di sanitari con un corso professionale part-time”, racconta nel suo olandese piuttosto sciolto appreso alla scuola serale. “Vado a scuola due giorni alla settimana, gli altri tre giorni faccio uno stage. Vado con il mio caposquadra a fare lavori nelle case. Mi piace e imparo velocemente.” In futuro Mujtaba vuole fare questo mestiere alle dipendenze di un’azienda.

Un’assistente sociale segue Mujtaba già da quando aveva 16 anni. Ogni due mesi lo aiuta con i documenti e le fatture. Mujtaba è molto indipendente e anche a scuola va molto bene. Solo trovare un posto per uno stage è stato difficile. Per fortuna ha potuto contare sull’aiuto dell’Ufficio del lavoro del Centro di assistenza sociale belga.

Mujtaba riceve assistenza anche a domicilio. Un coach lo aiuta ad organizzare le faccende domestiche. Fare uno schema delle pulizie, quando mettere fuori l’immondizia,… tutto ciò in modo che Mujtaba possa gestirsi in modo autonomo e costruirsi una vita indipendente.

Mujtaba impara velocemente. I suoi assistenti stimano che entro la fine dell’anno avrà finito gli studi e potrà iniziare a lavorare.